Sabato 24 e domenica 25 giugno il Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri invita tutti gli amanti e appassionati del mondo naturale a collaborare a un’attività di ricerca finalizzata alla raccolta di importanti dati sulla biodiversità presente nell’area protetta. La Citizen Science o “scienza fatta dai cittadini” è un’attività che si sta diffondendo sempre di più in Italia e in Europa, che non solo permette di raccogliere, velocemente e con costi bassissimi, preziose informazioni sulla ricchezza specifica del territorio, ma rappresenta un’originale opportunità di apprendimento e di avvicinamento al mondo delle scienze e della natura.

Grazie alla collaborazione con diverse associazioni locali e non, che si occupano da anni di ricerca e divulgazione, promozione sociale e attività sportive dilettantistiche: IOLAS (PV), GRAL (Gruppo di Ricerca Alpi Liguri – SV), MONESI YOUNG (IM), UISP (Unione Italiana Sport Per tutti – IM) e REALDO VIVE (IM) i partecipanti saranno iniziati al butterfly watching, una disciplina in forte crescita che consente a sempre più appassionati di apprezzare la bellezza e la grande varietà delle farfalle diurne. Le Alpi Liguri rappresentano un compartimento montano a elevato indice di biodiversità e di endemicità; un vero e proprio hotspot che ospita una comunità di farfalle di notevole interesse dal punto di vista zoogeografico.

Il ritrovo per sabato 24 sarà presso l’agriturismo “Il Rifugio” a colle Langan (IM) intorno alle 14.00 mentre per domenica 25 a colla Melosa presso il rifugio “Allavena” (IM) alle ore 9.00. Sarà possibile per chi vuole pernottare e mangiare presso le strutture convenzionate. Tutte le informazioni sul programma scaricabile dal sito del Parco: www.parconaturalealpiliguri.it

 

scarica il PDF qui

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco