Tribal trekking alla scoperta dei nostri crinali: pizzo Aguzzo e monte Ceresa!

I caratteristici e minuscoli borghi di Deglio e Villa Faraldi insieme al Pizzo Aguzzo e Monte Ceresa saranno i protagonisti di questa panoramicissima e vicinissima escursione, il cui sviluppo si tiene sul crinale che anticamente segnava il percorso di collegamento tra il mare ed il Piemonte attraverso il pizzo d’Evigno.

Qui i versanti sono costituiti in gran parte da pascoli, in cui affiorano frequentemente rocce calcareo-marnose e cosparsi di caselle, caratteristiche costruzioni in pietra a secco tipiche del ponente ligure, che ricordano da vicino i nuraghe sardi. Tuttavia, non si tratta di tracce di una civiltà remota, bensì di antichi ripari stagionali per i pastori, che durante la bella stagione portavano il bestiame a pascolare sui crinali di questi monti.

La dorsale di monti che da Capo Mimosa arriva al Passo del Ginestro costituisce il confine naturale tra due province, Imperia e Savona, tra le ampie vallate ingaune e le assolate coste dell’imperiese. Proprio per questo motivo l’intero spartiacque è anche un formidabile balcone naturale con spettacolari viste sulla Riviera, le Alpi Liguri e nelle giornate più limpide la Corsica!

INFO:
Barbara Campanini 346.7944194
Guida Ambientale Escursionistica Regione Liguria, iscritta Aigae

SCHEDA TECNICA
Motivi d’interesse: paesaggistico, storico, naturalistico
Grado di difficoltà: E – Escursionistica media  ⭐️⭐️⭐️
Località di partenza ed arrivo: Villa Faraldi IM
Dislivello – 600 mt circa
Tempo di percorrenza – 5 ore circa + soste

DESTINATARI
Escursione abbasta semplice ma consigliata a persone che abbiano un minimo di allenamento di camminata in salita e discesa e su sentieri

DATI LOGISTICI
(Spostamento con mezzi propri)

Ore 8.30 – Imperia Oneglia – ritrovo presso il parcheggio Agnesi, lato mare, per compattamento macchine

Ore 9.15 – orario indicativo di inizio escursione
Ore 17.00 – orario massimo di fine escursione

CONSIGLI DELLE GUIDE MY
Vivamente consigliati bastoncini e scarponcini da Trekking con buona suola e buoni calzettoni.
Vestirsi a cipolla: pantaloni lunghi, pile, magliette di ricambio, giacca a vento, mantella impermeabile o kway, guanti, cappello, occhiali, una borraccia con sufficiente scorta d’acqua pari a minimo un litro e mezzo.
Pranzo al sacco a cura dei partecipanti.

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE
€ 10,00 a persona (esclusi under 18)
Escursione riservata ai soli Soci MY

Pulisci&Cammina: Durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso: ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco