TREKKING URBANO A CERVO
SABATO 1 APRILE H 10.00
PIAZZA VITTORIO EMANUELE

Sabato 1 aprile, in concomitanza con la prima tappa del circuito “urbandownalley”, l’associazione Monesi Young organizza una visita guidata al borgo di Cervo.
La visita sarà gratuita e aperta a tutti. Sarà realizzata in collaborazione con Luigi Diego Elena, cervese appassionato di storia, che in un viaggio all’indietro nel tempo racconterà le vicende passate ma anche aneddoti ripresi dalla tradizione orale, toccando molti punti d’interesse

Durata: 2 h

EQUIPAGGIAMENTO:
Scarpe con buona suola
Scorta di acqua
Maglietta e giacca antivento

APPUNTAMENTO H 10.00
PIAZZA VITTORIO EMANUELE

Info:
Barbara Campanini – 346.7944194
Guida Ambientale Escursionistica MY,
Iscritta AIGAE

“L’associazione MONESI YOUNG (MY) ha un calendario escursionistico accessibile a tutti, che si muove principalmente nelle province di Imperia, Savona e in Francia. Organizza anche il Trekking Urbano a Imperia Oneglia e Porto Maurizio. Ha al proprio interno guide qualificate e un’operatore sportivo per disabili, che assiste chi ha necessità particolari. Per chi volesse ulteriori informazioni sulle attività è attivo
il sito dell’associazione https://myben.it/ e la Fan Page https://www.facebook.com/monesiyoung/”.
URBAN DOWNHILL CHAMPIONSHIP
Il primo circuito di gare
Mountain Bike Downhill
urbane mai organizzato in Italia.

BENVENUTI ALL’EDIZIONE 2017
Quest’anno visiteremo quattro città:
La prima tappa sarà Cervo, arrivata alla sua seconda edizione ma già celebre per il suo spettacolare percorso dipinto sul mare.
Per il secondo appuntamento usciremo dai confini liguri approdando all’ Isola d’Elba.
Arriverà poi la storica tappa di Imperia giunta alla sua quarta edizione.
Infine il gran finale con la caratteristica discesa in notturna all’interno del quartiere Pigna di Sanremo.

CHI SIAMO
Il circuito nasce dall’idea di un gruppo di amici che, ognuno per le proprie competenze, hanno reso realtà un bellissimo gioco. Un’architettura completa che descrive un circuito tutto italiano ad alto livello di gradimento sia per gli atleti, sia per gli spettatori
Si tratta di un circuito open con il fine di avvicinare chiunque alle discipline gravity.
Il pubblico in maniera totalmente gratuita, può assistere ad una vera gara in città resa unica sia dai suggestivi passaggi che dagli ostacoli sul percorso.
Urban Down Alley si basa su 4 principi a cui tutte le tappe faranno riferimento.
Percorsi spettacolari ed unici ma alla portata di tutti
I percorsi saranno semplici per consentire anche ai meno esperti l’esperienza unica di provare una UDA.
Percorsi adatti sia a bici da Enduro che a bici da Downhill
Tutte le tappe sono state studiate per permettere ai partecipanti di gareggiare sia con bici da Downhill sia con bici da Enduro.
Facile accesso per tutti gli spettatori a qualsiasi punto della pista
I tracciati saranno facilmente accessibili a piedi da tutti gli spettatori ed appassionati, nonché ai genitori dei rider più piccoli.
Crescita movimento giovanile
Attraverso l’organizzazione di un circuito open anche i ragazzi più piccoli avranno la possibilità di gareggiare. L’età minima è fissata a 9 anni
CONTATTI
URBAN DOWN ALLEY
tel. +(39) 380.6462288
tel. +(39) 333.4626656
mail: info@urbandownalley.it
facebook: urbandownalley

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco