In primavera ed in autunno il Parco del Beigua e l’area definita Zona di Protezione Speciale “Beigua – Turchino” ricevono la visita di migliaia di uccelli migratori. 

Lo spettacolo che va in scena in questo periodo è grandioso ed affascinante … la migrazione primaverile degli uccelli che, lungo la rotta dei contrafforti sud orientali del Parco del Beigua, dopo aver trascorso l’inverno in Africa, attraversano o raggiungono la nostra penisola per nidificare. 

Protagonista indiscusso del mese di marzo è il Biancone, un grosso rapace diurno con un’apertura alare che può sfiorare i due metri; conosciuto come “Aquila dei serpenti”, ha occhi gialli, grandi e lucenti in grado di localizzare da altezze incredibili le sue prede preferite che, ignare, strisciano al suolo.

Armati di binocolo ed “accuditi” dai birdwatchers di LiguriaBirding, nodo di EBN Italia, con un pizzico di fortuna e le giuste condizioni meteo, puntando lo sguardo verso il cielo e confidando in un passaggio consistente, si possono vedere danzare diverse specie di rapaci provenienti dallo Stretto di Gibilterra e dalla Francia.

Durante la giornata, vi è anche la possibilità di visitare il Centro Ornitologico e di Educazione Ambientale, dove un’esperta Guida del Parco rilascia consigli preziosi per un’esperienza di birdwatching davvero entusiasmante … naturalmente il tutto accompagnato da una tranquilla e piacevole escursione immersa nella macchia mediterranea tra lecci, pini marittimi, le caratteristiche rocce verdi della zona ed i molteplici rii, laghetti e cascatelle !!!

—————————————————————-

INFO e PRENOTAZIONI

Mara Pedrazzi 

Guida Ambientale Escursionistica

Cellulare e WhatsApp – 333 5824314

—————————————————————-

IMPORTANTE

Per motivi di opportunità o di forza maggiore la Guida si riserva di modificare il programma in qualsiasi momento

—————————————————————-

SCHEDA TECNICA 

Motivi d’interesse – naturalistico, paesaggistico

Grado di difficoltà – Escursionistica

Bollino blu MY – mediamente impegnativo

Percorso ad anello

Distanza – 10 km ca. 

Dislivello – 490 m ca. 

Tempi di percorrenza – 4,5 ore soste comprese 

—————————————————————-

DESTINATARI

Attività consigliata a persone che abbiano un minimo di allenamento di camminata in salita

—————————————————————-

DATI LOGISTICI

Spostamento con mezzi propri

Ore 8.00 –  Ritrovo Imperia Oneglia

Parcheggio Agnesi compattamento auto

Autostrada uscita Arenzano

Ore 9.30 circa –  inizio attività

Ore 17.30 circa – orario indicativo di fine giornata

—————————————————————-

CONSIGLI DELLE GUIDE MY

Abbigliamento MULTISTRATO possibilmente in tessuto TECNICO già dallo strato intimo, pantaloni lunghi, magliette di ricambio a manica lunga e corta, giacca antivento, kway o mantella impermeabile, cappellino, scaldacollo, guanti, occhiali da sole, tazza e borraccia con sufficiente scorta d’acqua pari a minimo 1,5 litri

NON sottovalutare l’importanza di buone calze + scarponcini da trekking + zaino adeguato 

Bastoncini da trekking consigliati per mantenere l’equilibrio, aiutare la stabilità in salita ed in discesa, migliorare il ritmo della camminata, fungere da supporto a garanzia di un miglior scarico articolare

IMPORTANTE … BINOCOLO FORTEMENTE CONSIGLIATO

—————————————————————-

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE

Evento riservato ai tesserati MY 

Tesseramento associativo annuale € 20,00

Contributo spese organizzative € 10,00

(esclusi soci Under 18)

Spostamento con mezzi propri

Pranzo al sacco a cura dei partecipanti

—————————————————————-

PULISCI & CAMMINA

Camminando ci impegniamo a pulire il percorso, perché il cambiamento comincia da piccoli gesti di responsabilità …

—————————————————————-

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco