LE CASCATE DELL’ARROSCIA … UN TUFFO NEL PASSATO

Un itinerario ad anello, inserito in una stupenda cornice alpina, che prende il via in Alta Valle Arroscia nel cuore del Parco Regionale delle Alpi Liguri, e che si sviluppa tra borghi rurali, musei e chiese di paese, facendoci vivere a stretto contatto con la civiltà di un tempo; un tuffo nel passato tra gli antichi mestieri concessi dal territorio quali coltivazioni, raccolta di castagne, pastorizia e produzione di carbone.
Partendo da Mendatica e passando nei pressi della chiesetta romanica di Santa Margherita, una mulattiera, immersa nel bosco, conduce alle cascate del Torrente Arroscia, dove l’acqua precipita impetuosa da un’altezza di oltre 20 mt., affrontando una serie di salti spettacolari su gradoni pressoché orizzontali.
Il percorso prosegue, attraversando splendidi boschi e calpestando sentieri e ponti molto frequentati in passato, quando ci si spostava con i muli carichi di fieno, castagne, segale, patate, latte e formaggio … fino a raggiungere Montegrosso Pian Latte e da qui, seguendo una vecchia percorrenza, si torna al punto di partenza.

INFO e PRENOTAZIONI
Mara Pedrazzi
Guida Ambientale Escursionistica
Cellulare e WhatsApp – 333 5824314
SCHEDA TECNICA
Percorso ad anello
Lunghezza: 8 km ca.
Dislivello: 500 m ca.
Tempi – soste e visite comprese: 7 ore ca.
Difficoltà: Escursionistica
Bollino blu MY – mediamente impegnativo

Importante
Per motivi di opportunità o di forza maggiore la Guida si riserva di modificare il programma in qualsiasi momento.

Doppia possibilità
La prima proposta prevede la partenza nel pomeriggio del sabato, solo per il piacere di stare insieme, immersi nell’atmosfera di un caratteristico paesino di montagna, condividendo la cena, scambiandoci la buonanotte e il buongiorno, facendo colazione … il tutto tra mille risate …
La seconda, per chi non avesse la possibilità di raggiungerci il sabato, è la classica escursione della domenica.

PROGRAMMA

Sabato 13 Gennaio
Ore 16.30 – Ritrovo Imperia Oneglia
Parcheggio Agnesi compattamento auto
(Eventuale ritrovo a Mendatica dalle ore 18.00)
Sistemazione nelle camere del Rifugio
Cena menù escursionistico
c/o l’Azienda Agricola “Bacì du Mattu”
Passeggiata serale fra i caruggi
Pernottamento
c/o il Rifugio Escursionistico “Ca’ da Cardella”

N.B. – Per facilitare i preparativi, al momento della prenotazione, siete gentilmente pregati di segnalare eventuali allergie, intolleranze ed orientamenti alimentari: vegetariani, vegani, ecc …

Domenica 14 Gennaio
Ore 8.00 – Ritrovo Imperia Oneglia
Parcheggio Agnesi compattamento auto
Colazione
Ore 9.15 – Ritrovo
Piazzale Chiesa Parrocchiale di Mendatica
Ore 9.30 – Inizio escursione
Pranzo al sacco

CONSIGLI DELLA GUIDA MY
NON sottovalutare l’importanza di buoni calzettoni, scarponcini impermeabili e zaino adeguato.
Abbigliamento multistrato possibilmente in tessuto tecnico, pile, giacca antivento, ricambi, scaldacollo, guanti, mantella impermeabile, borraccia ed una tazza.
Bastoncini da trekking consigliati in quanto, oltre a fornire maggior equilibrio e stabilità, fungono da supporto, tanto in salita quanto in discesa, a garanzia di un buono scarico articolare.
Sacco a pelo o sacco lenzuolo, asciugamano, indispensabile x igiene personale, pila o lampada frontale.

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE
Evento riservato ai soli tesserati Monesi Young
Quota tesseramento associativo annuale € 20,00
Contributo spese organizzative € 15,00
(esclusi soci Under 18)
Per la sola escursione € 10,00
(esclusi soci Under 18)
Spostamento con mezzi propri
Pranzo al sacco a cura dei partecipanti

Spese da pagare in loco alle strutture ospitanti:
Cena menù escursionistico – € 15,00
Pernottamento c/o Rifugio – € 15,00
Noleggio lenzuola ed asciugamani – € 5,00
Colazione

CAPARRA NON RIMBORSABILE € 20,00
POSTI LIMITATI – PRENOTAZIONE ENTRO DOMENICA 7 GENNAIO

PULISCI & CAMMINA Durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso … perché ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità …

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco