L’Anello di Pigna, la faglia e le sorgenti Termali

GAE Matteo Serafini
Contatti: +39 333 6853041

ESCURSIONE GRATUITA!!!!

Un’interessante giro ad anello per scoprire le testimonianze dei potenti e profondi processi geologici, ancora in atto, che hanno modellato e caratterizzato l’Alpe e il Ponente Ligure. Attraversando due importanti attributi di carattere tettonico; la faglia Saorge-Pigna e le sorgenti idrotermali si evidenzieranno le eccezionali caratteristiche del “Bene” oggi candidato a divenire Patrimonio dell’Umanità come “Alpi le Mediterraneo”.

Dal borgo medioevale di Pigna (240m s.l.m.), si imbocca un’antica mulattiera raggiungendo i ruderi della Chiesa S. Antonio (428m s.l.m.) e il Santuario barocco della Madonna di Passoscio (627m s.l.m.). In questa prima parte dell’itinerario gli uliveti lasciano il posto a un denso bosco dominato dal leccio e roverella che si affaccia sulla piccola valle del rio Campali. Il sentiero prosegue in costa lungo la valle tettonica del rio Muratone, superando il ponte in pietra di Bausson (630m s.l.m.) e raggiungendo l’omonimo Passo (1156m s.l.m.), da dove sarà possibile osservare l’immensa faglia, che ha originato la vallata, con direttrice Saorge-Pigna e che prosegue verso Castelvittorio, Baiardo e Ceriana.
L’itinerario prosegue sull’Alta Via dei Monti Liguri verso ovest raggiugendo la Sella di Gouta (1212m s.l.m.) dove ci si potrà concedere una sosta presso il Rifugio “Gola di Gouta”. Dal Rifugio una ripida discesa riporta a Pigna, regalando ampie vedute sui borghi di Pigna e Castelvittorio. L’itinerario intercetta oltre all’area del Parco Naturale Regionale

 

delle Alpi Liguri (Partner del progetto di candidatura UNESCO) due Siti di Interesse Comunitario, M. Toraggio – M. Pietravecchia e Gouta – Testa d’Alpe, caratterizzati da numerosi elementi di pregio naturalistico.

Lunghezza km 17,00
Tempi percorrenza h 6,00
Dislivello m 900
Difficoltà E+
Ritrovo ore 9.00 – Pigna – Area parcheggio Campo Sportivo

L’ATTIVITÀ NON PREVEDE ALCUN COSTO PER I PARTECIPANTI!!!

Si tratta di un’escursione impegnativa sia per la lunghezza che per il dislivello. È consigliata una discreta preparazione fisica. In funzione delle capacità, interesse e voglia dei partecipanti l’itinerario può subire variazioni in difficoltà e lunghezza.
Per l’escursione è consigliabile dotarsi di: Scarponcini da montagna impermeabili, giacchetta impermeabile, pantaloni lunghi, maglietta e calzini di ricambio, almeno 1 litro e mezzo di acqua, racchetta/e da trekking, cappellino, binocolo, macchina fotografica.
Pranzo al sacco a cura dei singoli partecipanti – trasporto con mezzi propri.

Pulisci&Cammina: Durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso: ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento e per raccogliere statistiche sul suo utilizzo. Clicca su Accetta per consentire l'uso dei cookie da parte del sito. Leggi l'informativa completa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi