Camminando all’ombra del bosco montano e del castagneto, col mormorio costante del selvaggio Rio Ferraia ad accompagnarci, percorreremo l’antica mulattiera che, fino agli anni ’50 del ‘900, ha rappresentato l’unica via di collegamento fra i borghi di Nasino, Alto e Caprauna e un importante passaggio verso il Piemonte.
Qui le carovane sostavano al riparo delle “arme” per proteggersi dai temporali e trovavano ristoro ed acqua di sorgente presso edifici ancora presenti sul percorso.
Raggiunta la località Case Sottane di Caprauna, un ponte medievale ci fornirà il passaggio all’altra sponda, su cui intraprendere la via del ritorno immersi nella frescura della faggeta.
Un ultimo, ripido sentiero, ci permetterà di tornare al corso del fiume, visitandone le cascate e le grotte. Un secondo, spettacolare ponte romanico, ci permetterà infine di concludere l’escursione chiudendo ad anello il percorso.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PERCORSO
Circuito ad anello
Difficoltà E (escursionistico), mediamente impegnativo, bollino blu MY
Dislivello + 420 m. c.ca
Sviluppo km 12 c.ca
Tempo di percorrenza 5 ore

È BENE SAPERE CHE
Il tracciato presenta tratti ripidi in discesa per i quali sono utili i bastoncini da trekking.

IMPORTANTE
Sono indispensabili: scarponi o scarponcini e calze da trekking, giacca antivento/antipioggia, zainetto confortevole, abbigliamento comodo e multistrato per garantirsi condizioni di comfort anche in presenza di cambiamenti improvvisi delle condizioni meteo, acqua da bere (non ci sono fontane alla partenza).

DATI LOGISTICI
Ore 7:45 – Imperia Oneglia/parcheggio Agnesi/compattamento auto

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE
– € 10,00 a persona (esclusi i soci under 18)
– evento riservato ai Soci Monesi Young, costo del tesseramento annuale € 20 (l’anno associativo decorre dal 1° settembre al 31 agosto)
– spostamento con mezzi propri
– pranzo al sacco a cura dei partecipanti

INFO E PRENOTAZIONI
GAE Marina Pissarello – cellulare e WhatsApp 347.1107301

La guida si riserva di modificare il programma, anche in corso di svolgimento, per motivi di opportunità o forza maggiore.

Pulisci&Cammina: durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso perché ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità!

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco