Camminando da Carpasio a Glori, racconti e storie di vita sui crinali delle valli Carpasina ed Argentina, durante gli anni della Resistenza

In occasione del 70esimo anniversario della Uisp e per non dimenticare la ricorrenza della liberazione del 25 aprile, uisp Imperia e Monesi Young organizzano la giornata Glori Day.

Supportati dalla Proloco di Glori, sarà un viaggio indietro nel tempo per comprendere come – non solo eroi partigiani del calibro di Cascione, Calvino e tanti altri non meno importanti sacrificarono la propria giovinezza e la propria vita in nome della libertà – ma anche come gli abitanti dei piccoli poveri borghi combatterono tutti i giorni sotto i fuochi della guerra, contro le avversità della vita, per dare un futuro ed un pezzo di pane ai propri figli

– H 9.15 VISITA AL MUSEO DELLA RESISTENZA DI CARPASIO
– H 11.00 TREKKING DA CARPASIO A GLORI
(Durata: circa 2 ore, dislivello circa 250 mt, difficoltà medio/facile)
– VISITA DEL BORGO DI GLORI CON GLI AMICI NARRATORI E DIMOSTRAZIONE DELL’ANTICA ARTE DEL CAMPANARO
– Possibilità di acquisto prodotti locali presso i banchetti della proloco
– H 16.00 circa RIENTRO PER IL MEDESIMO SENTIERO DI ANDATA

EVENTO GRATUITO

RITROVI:
h 8.00 Imperia Oneglia – parcheggio Agnesi
oppure
h 9.00 Carpasio presso parcheggio del museo della Resistenza

Il programma potrà subire variazioni a seconda delle necessità logistiche
Munirsi di scarpe da trekking con buona suola e scorta di acqua

Possibilità di transfer auto per chi volesse evitare il ritorno a piedi, previo accordo con gli organizzatori

INFO:
Barbara Campanini – Gae Regione Liguria, iscritta AIGAE, tecnico escursionistico Uisp
+39 346 7944194
campaninib@yahoo.it

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco