LA BATTERIA DI ROCCA LIVERNÀ, PASSEGGIATA NELLA STORIA TRA NATURA SELVAGGIA E PAESAGGI MOZZAFIATO SULLE ALTURE DI ALBENGA.

Le fortificazioni militari difensive di fine ‘800 costruite in luoghi ameni spesso regalano un valore aggiunto al territorio, sia in termini paesaggistici che di suggestione e mistero.

Ne è un esempio la batteria di Rocca Livernà – posizionata nel punto più spettacolare e panoramico sulle prime alture della Val Neva.
Non si può non pensare raggiungendo questi luoghi, a quanta fatica i nostri avi avessero impiegato per costruire tali imponenti strutture, che qui avevano la funzione di difendere l’ingresso al Piemonte dal mare.
L’escursione si presenta semplice in salita su una bella strada militare sterrata, e al ritorno su una mulattiera dal fondo un po’ sdrucciolevole, ma senza particolari difficoltà per camminatori che abbiano una minima esperienza.
Il tracciato attraversa inizialmente il boscoso lato destro della Val Pennavaire con scorci sugli antichi borghi di Zuccarello e Castelvecchio di Rocca Barbena e sull’imponente sagoma del Monte Galero.
Una volta raggiunta la displuviale con la Valle Arroscia il panorama si apre bellissimo: dai bianchi Monti Fronté e Saccarello, al Pizzo d’Evigno, alla Piana di Albenga fino al mare!
Anche la visita al forte è piena di suggestione, percorrendo la trincea per raggiungere una polveriera a strapiombo, e salendo una particolare scala rossa che conduce alla sottile e rocciosa cresta della Rocca.
Un’antica mulattiera un po’ impervia nella vegetazione arbustiva discende il fianco nord orientale della montagna per arrivare al punto di partenza: un minuscolo borgo con il suo grazioso castello, il cui nome “Conscente” deriva dalla posizione sulla confluenza dei fiumi Neva e Pennavaire (ad confluentem)
**************************************
DATI TECNICI
 

Difficoltà: E – Escursionistica

Dislivello: 500 mt indicativo

Durata: 4 ore circa + soste e visita al forte

Lunghezza: 11 Km

Altitudine raggiunta: 536 mt

EQUIPAGGIAMENTO

Vivamente consigliati bastoni da trekking (se correttamente utilizzati permettono di distribuire la fatica su tutti i muscoli del corpo ed alleggerire il sovraccarico delle ginocchia!), scarpe tecniche con buona suola, abbigliamento adeguato alla stagione, acqua

RIMBORSO SPESE ORGANIZZATIVE:

€ 10,00 per gli adulti

Gratuito per i ragazzi sotto i 18 anni

Evento riservato ai soci MY (costo tessera euro 20,00)

RITROVI

– h 8.45 Imperia Oneglia – parcheggio Agnesi

INFO:

Barbara Campanini

GUIDA AMBIENTALE ESCURSIONISTICA REGIONE LIGURIA – ISCITTA AIGAE

+39 346 7944194

campaninib@yahoo.it

Pulisci&Cammina: Durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso: ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco