Easy, Tribal & Geo trekking: IL PRIMORDIALE PASSO DELLA MEZZALUNA

Il Passo della Mezzaluna, con la sua suggestiva forma è l’ingresso del Parco delle Alpi Liguri, che qui registra il passaggio di alcune delle specie animali più interessanti del comprensorio: il lupo, il gallo forcello, il camoscio, l’aquila e la marmotta.

Il valico si trova sulla Via Marenca, antica via di transumanza e commercio che collega Liguria e Piemonte. Il passo della Mezzaluna è crocevia tra valle Argentina e Arroscia e divide nettamente i versanti soleggiati a sud da quelli fittamente boscati a nord, dove si estende l’importante Bosco di faggi di Rezzo (il bosco delle fate!). La zona registra una frequentazione umana antica (testimoniata anche al Sotto di San Lorenzo da un Menhir e un masso erratico inciso) protrattasi fino a tempi recenti, fin a quando l’economia dei liguri montani si basò su pastorizia e sfruttamento del bosco.

Questi sono anche i luoghi dove si svolse la famosa Battaglia del Montegrande, che segnò la fine dell’accerchiamento dei partigiani, riparati nei boschi circostanti. lI giovane ITALO CALVINO, ispirandosi alla sua esperienza nella resistenza, scrive il suo primo romanzo: “Il sentiero dei nidi di ragno” nel quale descrive le esperienze partigiane vissute su questi crinali.

PERCORSO

Da Passo Teglia, tradizionale punto di partenza per il Passo della Mezzaluna si cammina lungo il versante esposto a sud con splendidi panorami su Drego e la Valle Argentina, dominata dalle vette dei monti Torraggio e Pietravecchia.

In breve si raggiunge la suggestiva dolina del Sotto di San Lorenzo. *** Qui il percorso sale nel bosco fino a raggiungere l’ampia radura del passo della Mezzaluna. Il ritorno si svolge, in parte sullo stesso percorso e in parte sul sentiero sul versante a nord, immerso nella faggeta) *** (Variante in caso di condizioni favorevoli: Da questo punto l’escursione si fa più impegnativa e comincia la salita verso il Carmo dei Brocchi che con i suoi 1610 m è il punto più alto dell’escursione. Dalla cima si domina la dorsale che giunge fino al Monte Grande e proseguendo sul crinale si aprono scorci di grande suggestione sulla Valle Argentina e su antiche costruzioni abbandonate. Si procede ancora verso il Monte Arborea da cui si domina il Passo della Mezzaluna. Discesi in mezzo ai prati si giunge al passo per poi completare l’anello sulla via Marenca ritornando a Passo Teglia).

MOTIVI D’INTERESSE

Paesaggistico – Naturalistico – Storico

DETTAGLI TECNICI

Dislivello: 250 m (variante Carmo dei Brocchi +200 m)

Tempi percorrenza: 4,00/5 ore + soste

Difficolta: E-escursionistica

PUNTI DI RITROVO E ORARI

Ore 9.30 – Parcheggio dell’Agnesi

Ore 10.30 – Arrivo a Passo Teglia

Ore 17.00 – c.a – fine escursione.

*** ATTENZIONE: questa escursione è destinata a chiunque voglia provare l’esperienza della montagna in assenza di difficoltà, verrà quindi data la precedenza alla versione easy alla portata di tutti, soprattutto a chi è alle prime armi in materia di escursionismo. Quindi non si assicura il passaggio sul Carmo dei Brocchi!

DESTINATARI

L’escursione è semplice e adatta a tutti essendo dislivello e lunghezza, molto contenuti.  La variante per il Carmo dei Brocchi invece richiede più allenamento ed abitudine a camminare su sentieri impervi in salita e discesa (In funzione delle capacità, interesse e voglia dei partecipanti l’itinerario può subire variazioni in difficoltà e lunghezza).

DETTAGLI LOGISTICI

Ritrovo a Imperia (automuniti) alle ore 9.30 presso il bar del Parco Urbano, compattamento auto e arrivo a Passo Teglia.

Per chi arriva da Sanremo Passo Teglia può essere raggiunto dalla Valle Argentina.

Il pranzo al sacco è a cura dei partecipanti.

Per l’escursione è consigliabile dotarsi di: Scarponcini da montagna impermeabili, mantella impermeabile, pantaloni lunghi, felpa o pile, maglietta e calzini di ricambio, almeno 1 litro e mezzo di acqua (preferibilmente borraccia, evitiamo gli sprechi delle bottigliette di plastica!), racchetta/e da trekking, berretto, binocolo, macchina fotografica. E’ sempre consigliabile avere un cambio di maglietta.

RIMBORSO SPESE ORGANIZZATIVE

€. 10,00 per gli adulti e gratuita per i ragazzi sotto i 18 anni

Evento riservato ai soci MY (costo tessera euro 20,00)

INFO

Barbara Campanini: 346.7944194 GAE iscritta AIGAE (Cellulare e whatsapp)

Manuela Romagnolo: 347 5747258 geologa (cellulare e whatsapp)

Pulisci&Cammina: Durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso: ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco