Il village perché più alto d’Europa-Saint Agnes- da Gorbio
Potremmo perderci nel groviglio dei viottoli di questi due splendidi borghi medievali, così straordinariamente simili ai paesini del nostro entroterra, tanto da farci immaginare la comune origine italiana.
Gorbio ci accoglie, affascinandoci per la sua bellezza, con un antichissimo Olmo datato 1713; possedimento dei Conti di Ventimiglia già dall’anno 1000, con suoi stretti Caruggi tra le costruzioni in pietra ci riporta indietro nel tempo…
Sainte-Agnès è il villaggio costiero più alto d’Europa, un nido d’aquila circondato da una catena di vette, dove le falesie a picco sul mare, testimoni di una frequentazione preistorica, rapiscono a forza il nostro sguardo…
Il paese, separato da cento metri di dislivello dal Castello sovrastante, raggiungibile attraverso stradine, scale ed arcate pittoresche, in epoca moderna è stato trafitto dal possente Forte della Linea Maginot, una vera e propria città sotterranea scavata nella roccia, che permette agli amanti della storia militare di sentirsi protagonisti della stessa.
Partendo da Gorbio, dopo esserci diretti verso l’antica Chiesetta di St Lazare, risaliremo il Torrente du Ray in direzione del Col de Bausson. Un viaggio in salita, dove ci immergeremo in un ambiente selvaggio, dominato dalle falesie calcaree, per arrivare ai piedi della Cime de Biancon e da qui in discesa, senza mai negarci attimi per immortalare splendidi panorami, arriveremo a Sainte-Agnès, dove il tempo sarà obbligato a fermarsi.
Avremo modo di visitare il Forte sotterraneo, il Castello, da dove godremo di una meravigliosa vista a 360 gradi su Francia ed Italia, curioseremo in paese ed infine, per chi lo desidera, concluderemo assaporando una deliziosa crèpe al cioccolato, insomma faremo il pieno di bellezza e di dolcezza!
Ritorneremo a Gorbio, attraversando una parte dell’antica Via Romana, col sorriso di chi ha vissuto un’esperienza indimenticabile!!!
 SCHEDA TECNICA
Motivi d’interesse  – paesaggistico, storico, artistico
Grado di difficoltà – E – Escursionistica
Località di partenza ed arrivo – Gorbio (Francia)
Dislivello – 500 mt circa
Tempo di percorrenza – 5 ore circa + soste
(Possibilità di visitare il Forte con ingresso a pagamento)
DESTINATARI
Escursione consigliata a persone che abbiano un minimo di allenamento di camminata in salita su sentieri a volte esposti.
DATI LOGISTICI
Spostamento con mezzi propri
Ore 8.00 – Imperia Oneglia – ritrovo presso il parcheggio Agnesi, lato mare, per compattamento macchine
Ore 8.15 – partenza per Gorbio
Ore 9.45 – orario indicativo di inizio escursione
Ore 17.00 – orario massimo di fine escursione e partenza per l’Italia
CONSIGLI DELLE GUIDE MY
Vivamente consigliati bastoncini e scarponcini da Trekking con buona suola e buoni calzettoni.
Vestirsi a cipolla: pantaloni lunghi, pile, magliette di ricambio, giacca a vento, mantella impermeabile o kway, guanti, cappello, occhiali, una borraccia con sufficiente scorta d’acqua pari a minimo un litro e mezzo.
Pranzo al sacco a cura dei partecipanti.
CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE
€ 10,00 a persona (esclusi under 18)
Escursione riservata ai soli Soci MY
INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI – Cellulare e WhatsApp:
Barbara Campanini – Guida Ambientale Escursionistica iscritta Aigae – 346.79.44.194

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco