L’entroterra del Golfo Dianese ci vede pronti di prima mattina per affrontare un’escursione, molto suggestiva, ma abbastanza impegnativa per via della notevole lunghezza e del considerevole dislivello.

Un duplice obiettivo per questo itinerario … il primo … dai 394 m del paesino di Evigno parte alla conquista della cima del Monte Torre, meglio conosciuto come Pizzo d’Evigno … il secondo … dai 989 m del Pizzo punta ad approdare al borgo marinaro di Cervo, degradando dolcemente tramite un panoramicissimo percorso in continuo saliscendi tutto per creste.

Punto di convergenza di molteplici vie di crinale e posto a poca distanza dal mare al confine tra la provincia di Imperia e quella di Savona, il Pizzo, quest’elegante piramide erbosa da sempre dedita alla pastorizia è un importante nodo idrografico tra i bacini dei torrenti Impero, Merula e San Pietro e con la sua la Madonnina e la sua grande croce sovrasta il tratto di costa ove sorgono Diano Marina ed Imperia. 

Un balcone eccezionale, nonostante la modesta altitudine, da cui lo sguardo spazia a 360°, offrendo un paesaggio mozzafiato, che regala splendidi scorci sulle cime ancora innevate delle Alpi Liguri e Marittime fino alle Apuane, perdendosi a vista d’occhio sulla costa ligure e nell’azzurro infinito del mare.

L’escursione attraversa i percorsi di vecchie mulattiere, importanti vie di transumanza e di scambi commerciali, immerse inizialmente tra pini, roverelle, biancospini, pruni, prati da sfalcio arricchiti da molteplici specie di orchidee, dove sono quasi sempre presenti cavalli, mucche e pecore al pascolo, per poi arrivare ad addentrarsi nella caratteristica macchia mediterranea tra ginestre ed ulivi. Lungo il cammino s’incontrano anche numerose “caselle”, antiche costruzioni in pietra a secco a pianta circolare, utilizzate dai pastori e dai contadini come punti di appoggio.

 

—————————————————————-

INFO e PRENOTAZIONI

Mara Pedrazzi 

Guida Ambientale Escursionistica

Cellulare e WhatsApp – 333 5824314

—————————————————————-

IMPORTANTE

Per motivi di opportunità o di forza maggiore la Guida si riserva di modificare il programma in qualsiasi momento

PRENOTAZIONI ENTRO IL VENERDI’ SERA CAUSA ORGANIZZAZIONE NAVETTE COI TAXI

—————————————————————-

SCHEDA TECNICA 

Motivi d’interesse  – naturalistico, paesaggistico, storico

Grado di difficoltà – E – Escursionistico +

Traversata – Evigno – Cervo

Altitudine massima – 989 mt c.a 

Distanza – 18 km circa

Dislivello positivo – 980 m c.a

Dislivello negativo – 1300 m c.a

—————————————————————-

DESTINATARI

Percorso con costanti saliscendi, impegnativo per via della notevole lunghezza e del considerevole dislivello tanto a salire, quanto a scendere; accessibile per persone allenate.

—————————————————————-

DATI LOGISTICI

Ore 8.15 –  Ritrovo Imperia Oneglia

Parcheggio Agnesi compattamento auto

Ore 8.45 c.a – Cervo per trasferimento in taxi

Ore 9.30 c.a – Evigno inizio attività

Ore 18.00 c.a – Cervo orario indicativo di fine giornata

—————————————————————-

CONSIGLI DELLE GUIDE MY

Abbigliamento MULTISTRATO possibilmente in tessuto TECNICO già dallo strato intimo, pantaloni lunghi, magliette di ricambio a manica lunga e corta, giacca antivento, kway o mantella impermeabile, cappellino, guanti, occhiali da sole, tazza e borraccia con sufficiente scorta d’acqua pari a minimo un litro e mezzo.

NON ci sono sorgenti d’acqua sul percorso che è quasi interamente esposto al sole.

NON sottovalutare l’importanza di buone calze e scarponcini da trekking + uno zaino adeguato 

Bastoncini da trekking consigliati per mantenere l’equilibrio, aiutare la stabilità in salita ed in discesa, migliorare il ritmo della camminata, fungere da supporto a garanzia di un miglior scarico articolare

—————————————————————-

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE

Evento riservato ai tesserati MY 

Tesseramento associativo annuale € 20,00

Contributo spese organizzative € 10,00

(esclusi soci Under 18)

Spostamento con mezzi propri a Cervo

*** Navetta con taxi da Cervo ad Evigno da pagare in loco

Pranzo al sacco a cura dei partecipanti

—————————————————————-

PULISCI & CAMMINA

Camminando ci impegniamo a pulire il percorso, perché il cambiamento comincia da piccoli gesti di responsabilità …

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco