Progettato e realizzato alla fine dell’800 dall’ingegner Borelli, il vasto Parco di Capo d’Anzio comprende un castello in stile neogotico circondato dai pini e collocato in uno dei punti più panoramici della zona. Lo si raggiunge seguendo una via di mezza costa, fra ulivi e macchia mediterranea dominata dal corbezzolo, dall’erica arborea e dal lentisco. Gradatamente la visuale si allarga alla costa di Borghetto Santo Spirito e Loano e alla Valle Varatella con il Monte San Pietro sullo sfondo. Si segue così la cresta montuosa, passando per le cime del Monte Croce (541 m.) e del Monte Acuto (747 m.), dove il panorama si apre in tutte le direzioni, dalle montagne verso il Piemonte al mare aperto. Il sentiero del ritorno fiancheggia belle casélle e scende ripido alla storica frazione di Peagna.

CARATTERISTICHE TECNICHE DEL PERCORSO
Circuito ad anello
Difficoltà E (escursionistico), mediamente impegnativo, bollino blu MY
Dislivello + 900 m. c.ca
Sviluppo km 16 c.ca
Tempo di percorrenza 6 ore

DATI LOGISTICI
Ore 8:00 – Imperia Oneglia/parcheggio Agnesi/compattamento auto
Ore 9:00 – Ceriale/parcheggio Via Cadanzo (zona Cimitero)/inizio escursione

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE
– € 10,00 a persona – € 5,00 under 18
– evento riservato ai Soci Monesi Young, costo del tesseramento annuale € 20 (l’anno associativo decorre dal 1° settembre al 31 agosto)
– spostamento con mezzi propri
– pranzo al sacco a cura dei partecipanti

È BENE SAPERE CHE
Il tracciato presenta tratti ripidi, sia in salita che in discesa, per i quali sono utili i bastoncini da trekking.
Sono indispensabili: scarponi o scarponcini e calze da trekking, giacca antivento/antipioggia, zainetto confortevole, abbigliamento comodo e multistrato per garantirsi condizioni di comfort anche in presenza di cambiamenti improvvisi delle condizioni meteo, acqua da bere (avremo possibilità di rifornirci solo alla partenza).

INFO E PRENOTAZIONI
GAE Marina Pissarello – cellulare e WhatsApp 347.1107301

NB: La guida si riserva di modificare il programma, anche in corso di svolgimento, per motivi di opportunità o forza maggiore.

Pulisci&Cammina: durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso perché ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità!

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco