Il butterfly watching è una disciplina in forte crescita che consente a sempre più appassionati di apprezzare la bellezza e la grande varietà delle farfalle diurne: probabilmente l’ordine di insetti maggiormente evocativo e carismatico. L’importanza ecologica come impollinatori e di bioindicatori per la qualità ambientale fanno delle farfalle una parte fondamentale del patrimonio del nostro territorio.

Con il butterfly watching è possibile avvicinarsi a questo affascinante mondo in maniera rispettosa e responsabile aggiungendo valore a ogni possibile escursione in aree naturali. Un metodo incruento basato sull’osservazione diretta in natura delle specie presenti mediante macchina fotografica, binocolo e l’utilizzo del retino entomologico per la cattura, l’identificazione e il successivo rilascio dell’individuo.

Le Alpi Liguri rappresentano un compartimento montano a elevato indice di biodiversità e di endemicità. Inoltre la loro posizione geografica le rende un perfetto corridoio ecologico tra Appennini e Alpi, nonché un ponte di collegamento tra i rilievi provenzali e mediterranei, formando cosi una via di transito per le componenti floristiche e faunistiche atlantiche. Un vero e proprio hotspot di biodiversità che ospita una comunità di farfalle di notevole interesse dal punto di vista zoogeografico. Tra le specie prioritarie presenti sulle Alpi Liguri (Direttiva Habitat 92/43/CEE, Allegato II e IV) troviamo: Aurinia (Euphydryas aurinia); Maculinea del timo (Maculinea (Phengaris) arion); Alexanor (Papilio alexanor); Apollo (Parnassius apollo); Mnemosine (Parnassius mnemosyne); Polissena (Zerynthia polyxena).

SCHEDA TECNICA

Durante la giornata affronteremo un breve itinerario da colla Melosa fino alla base di cima Marta (ex Caserme) cercando di riconoscere il maggior numero di specie possibile. 

DIFFICOLTÀ E

LUNGHEZZA 5/6 km

DURATA 4/5 ore

DISLIVELLO 400 m

DETTAGLI LOGISTICI

Ore 9:30 – ritrovo presso campo sportivo Molini di Triora (IM)

Ore 10:00 – Colla Melosa (Pigna – IM). Inizio attività

Ore 15:00 – fine attività

INFO e PRENOTAZIONI

Matteo Serafini (gae Liguria)

+39 333 6853041

matteoserafini.lupoliguria@gmail.com

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco