… DA ANDALORA AD ADELASIA …

Una traversata immersa nella storia e nelle leggende di amori sofferti, che si sviluppa tra panorami mozzafiato ed una rigogliosa macchia mediterranea in splendida fioritura primaverile.
Si parte dal lungomare di Andora e, dopo aver attraversato uliveti e fasce terrazzate, si arriva a Colla Micheri, un affascinante borgo medioevale lontano dalla mondanità, in passato stazione di sosta e di locande, scelto come “buon ritiro” dall’etnologo ed esploratore norvegese Thor Heyerdahl, noto per le sue imprese oceaniche con il leggendario Kon Tiki.
Dopo una breve digressione al mulino a vento, posto sul crinale di Capo Mele, si prosegue su crinale in un continuo saliscendi fino ad incontrare dapprima i ruderi della Chiesa seicentesca di San Bernardo, distrutta dal terremoto del 1887, e successivamente a 586 m. il Santuario della Madonna della Guardia risalente al XII secolo.
Usciti dal parco del complesso religioso, il sentiero in discesa ci conduce a Vegliasco ai piedi della Torre di Adelasia, raffigurata nello stemma della città di Alassio, situata in posizione decisamente strategica e dominante con un panorama unico sulla Baia del Sole. Raggiunta l’Aurelia, si rientra ad Andora con autobus di linea.

INFO e PRENOTAZIONI
Mara Pedrazzi
Guida Ambientale Escursionistica
Cellulare e WhatsApp – 333 5824314

SCHEDA TECNICA
Percorso: traversata
Lunghezza: 15 km ca.
Dislivello: 800 m ca.
Altitudine massima: 587 m
Tempi – soste comprese: 8 ore ca.
Difficoltà: Escursionistica
Bollino blu MY – mediamente impegnativo

IMPORTANTE
Per motivi di opportunità o di forza maggiore la Guida si riserva di modificare il programma in qualsiasi momento.

DATI LOGISTICI
Ore 8.15 – Ritrovo Imperia Oneglia
Parcheggio Agnesi compattamento auto
Spostamento con mezzi propri
Ore 8:45 – Ritrovo Andora
Ore 17.00 – Orario indicativo di fine giornata
Meritata sosta golosa ad Alassio
Rientro ad Andora con autobus di linea

CONSIGLI DELLA GUIDA MY
NON sottovalutare l’importanza di buone calze e scarponcini da trekking + uno zaino adeguato.
Abbigliamento multistrato possibilmente in tessuto tecnico già dallo strato intimo, giacca antivento, cappellino, occhiali da sole, scaldacollo, guanti, ricambi, mantella, borraccia, tazza.
Bastoncini da trekking consigliati per mantenere l’equilibrio, aiutare la stabilità in salita ed in discesa, migliorare il ritmo della camminata, fungere da supporto a garanzia di un miglior scarico articolare.

CONTRIBUTO SPESE ORGANIZZATIVE
Evento riservato ai tesserati MY
Tesseramento associativo annuale € 20,00
Contributo spese organizzative € 10,00
(esclusi soci Under 18)
Biglietto autobus € 2,30

PULISCI & CAMMINA
Camminando ci impegniamo a pulire il percorso, perché il cambiamento comincia da piccoli gesti di responsabilità …

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco