TOUR DEL PARCO ALPI LIGURI – TAPPA 12: COSIO ARROSCIA-NAVA

Il seguente itinerario permette il collegamento tra il paese di Cosio d’Arroscia e il Colle di Nava e quindi l’ingresso al sistema di itinerari del Tour del Parco Naturale Regionale delle Alpi Liguri anche dal confine con la Regione Piemonte. Dal centro del Borgo (720m s.l.m.) l’itinerario, che coincide con il raccordo n.11 dell’Alta Via dei Monti Liguri (Cosio d’Arroscia – Colla del Fieno), attraversa ampie aree boscate e sporadiche radure sopra l’abitato fino a giungere alla Colla del Fieno (1228m s.l.m.) e incrociare la SP1. Dalla colla si imbocca l’Alta Via dei Monti Liguri in direzione Nava, che costeggia la SP, passando in prossimità del Forte Possanghi (1120m s.l.m.), che domina su tutta la valle sottostante. L’itinerario termina raggiungendo il grande Forte Centrale del Colle di Nava (934m s.l.m.) dove sono presenti diverse strutture ricettive attrezzate. La tappa attraversa il Sito di Interesse Comunitario Cima di Pian Cavallo – Bric Cornia.

Distanza: 10,14 km

Dislivello in salita: 608 mt

Dislivello in discesa: 406 mt

Altimetria massima: 1312 mt

ANELLO TROVASTA IN E-BIKE

L’itinerario proposto è ideale per la MTB elettrica o muscolare. Si svolge principalmente su strade sterrate con pendenze medie ad eccezione della variante che porta al Forte Richermo.
Da Trovasta si sale costantemente, senza difficoltà tecniche fino al Forte Bellerasco di Nava. Da qui proseguendo verso Nava si trova la deviazione a destra per il Forte Richermo, punto molto panoramico ma anche difficoltoso da raggiungere a causa della forte pendenza e del fondo sconnesso. Se si sceglie di raggiungerlo, la discesa può avvenire sullo stesso percorso oppure sul single track che scende fino al prato di San Bernardo d’Armo con l’omonima piccola chiesa. La discesa è consigliata solo a biker esperti perché presenta molti passaggi difficili, con forte pendenza, scavati dall’acqua e sconnessi.
Arrivati a San Bernardo si prende nuovamente la strada sterrata in discesa per poi imboccare la deviazione a destra che ci porterà a chiudere l’anello a Trovasta

Distanza: 18 km

Dislivello in salita: 698 mt

Dislivello in discesa: 698 mt

Altimetria massima: 1204 mt

ANELLO DEI TEMPLARI

Itinerario di percorrenza abbastanza lunga ma di notevole interesse paesaggistico, storico e naturalistico. Partendo da Sant’Ampelio, la traccia attraversa Bordighera Alta e la via della Costa fino a giungere all’antico Principato di Seborga, dove storia e leggenda si mescolano nelle gesta dell’ordine dei Templari. Durante il rientro l’itinerario attraversa il piccolo ma graziosissimo e molto antico borgo in pietra di Sasso sul sentiero di Monet.

Distanza: 16,7 km

Dislivello in salita: 620 mt

Dislivello in discesa: 620 mt

Altimetria massima: 548 mt

VAL VARATELLA – ANELLO DI TOIRANO E BALESTRINO

L’escursione inizia dal centro storico di Toirano, attraversa la bella frazione Bariscione e prosegue lungo il RIO DEL PONTE fino a raggiungere il BORGO ANTICO DI BALESTRINO. Camminando fra roverelle, uliveti e antichi coltivi, Balestrino è annunciata dall’imponenza
del CASTELLO DEI MARCHESI DEL CARRETTO – tutt’ora integro e solido, abbarbicato com’è su di un frontone roccioso. Viceversa, abbandonato dalla popolazione fra il 1962 e il 1963 a causa di un movimento franoso del terreno, il borgo è oggi ANNOVERATO FRA I PIÙ AFFASCINANTI “PAESI FANTASMA”. Con un ultimo tratto in salita si raggiunge, fra i pini, IL POGGIO che offre una vista spettacolare sugli abitati sottostanti, fino al mare di Loano. Da qui si prosegue su crinale, alternando tratti di sentiero a strada sterrata e poi, in ripida discesa, si torna al fondovalle fino a chiudere il percorso ad anello ricongiungendosi al punto di partenza (segnavia bianco/rosso giallo/rosso TA).

Distanza: 9,10 km

Dislivello in salita: 587 mt

Dislivello in discesa: 587 mt

Altimetria massima: 560 mt

ANELLO ALBENGA-ALASSIO

L’escursione inizia ad Albenga dal cartello che indica la Via Julia Augusta, a metà di Via Madonna di Fatima, e procede in direzione del Monte Bignone (segnavia due punti rossi), lungo sentieri di crinale immersi nella macchia mediterranea. Spiccano il corbezzolo, il brugo, l’erica arborea e gli ulivi inselvatichiti degli antichi coltivi. I panorami sul mare sono uno spettacolo che ha come protagonista l’isola Gallinara e, nelle giornate fredde e terse, la Corsica. Prosegue lungo il Sentiero dell’Onda (segnavia onda rossa). In vista del porto di Alassio il sentiero scende rapidamente, offrendo uno splendido panorama su due golfi, fino a raggiungere la bella Chiesetta romanica di Santa Croce (segnavia un punto rosso). Il ritorno ad Albenga avviene lungo la Via Julia Augusta (segnavia un quadrato rosso – deviazione a monte 1,6 km per frana), dove si possono ammirare alcuni tratti dell’originario acciottolato e importanti edifici romani, tra i quali i resti di una vasta necropoli, della Basilica neocristiana di San Calocero e di un anfiteatro

Distanza: 10,9 km

Dislivello in salita: 519 mt

Dislivello in discesa: 519 mt

Altimetria massima: 334 mt

VAL PENNAVAIRE – PIAN DELL’ARMA-MAD.NA DEL LAGO-M. DUBASSO

La Valle Pennavaire, propaggine delle Alpi Liguri e via naturale di collegamento con il cuneese, costituisce un interessante ambiente naturale della Liguria di Ponente. Teatro di episodi cruciali della Resistenza, ha visto l’estremo sacrificio di Felice Cascione, una delle figure più nobili della lotta partigiana, eroe vero che ci ha lasciato in eredità uno straordinario esempio di vita e le parole della canzone “Fischia il vento”. L’escursione inizia dal Rifugio Pian dell’Arma (segnavia bianco/rosso AV) e procede in discesa su strada sterrata priva di indicazioni. Poco prima di raggiungere la località Madonna del Lago di Alto è possibile visitare, con una breve deviazione, il Monumento a Felice Cascione. Dal laghetto si risale verso la vetta del Monte Dubasso (1.545 m. – segnavia triangolo rosso), formando un anello che riporta all’AV.

Distanza: 16,63 km

Dislivello in salita: 817 mt

Dislivello in discesa: 811 mt

Altimetria massima: 1540 mt

ANELLO REALDO

Uscendo da Realdo (1024m s.l.m.) si percorre brevemente in falsopiano il sentiero di collegamento Realdo-Verdeggia fino a raggiungere la borgata (1106m s.l.m.). Da qui si risale lungo il Sentiero dei Flysh sino al passo della Guardia (1459m s.l.m.). Proseguendo in direzione Triora si coglie la deviazione al passo Pellegrino che conduce alla Rocca Penna e l’omonimo passo (1387m s.l.m.) da cui si domina l’intera vallata. Una rapida e suggestiva discesa a tornanti nel bosco misto farà riguadagnare in breve il fondo valle fino alla strada provinciale (SP81; 955m s.l.m.). Dopo aver percorso un breve tratto di provinciale in direzione Realdo si intercetta un sentiero che porta a ridosso del torrente Verdeggia. Sorpassato un ponte in pietra si risale la rocca di Realdo fino a rientrare nella borgata e concludere l’anello

Distanza: 11,51 km

Dislivello in salita: 730 mt

Dislivello in discesa: 730 mt

Altimetria massima: 899 mt

ANELLO CASTELL’ERMO

Caratterizzato da guglie, torrioni e pareti rocciose, il Monte Castell’Ermo, noto anche come Peso Grande, è una splendida montagna calcarea posizionata nell’entroterra di Albenga lungo la linea di cresta che divide la Val Pennavaira dalla Valle Arroscia. Nonostante la quota contenuta è una cima dall’aspetto quasi “dolomitico” nel settore sommitale, dove si possono osservare imponenti pareti a strapiombo con fitti boschi alla base. Dal punto più alto si apre un ampio panorama esteso sia al Mar Ligure arrivando a scorgere la Corsica, che alle Alpi Liguri

Distanza: 13,44 km

Dislivello in salita: 798 mt

Dislivello in discesa: 798 mt

Altimetria massima: 1009 mt

ANELLO VAL PRINO

Un girotondo sull’Alta Valle Prino, con i suoi pascoli e magnifici panorami, con i suoi tipici borghi “quasi montani” immersi nella bellezza e nella storia del nostro territorio a due passi dalla costa.

Distanza: 12,95 km

Dislivello in salita: 817 mt

Dislivello in discesa: 817 mt

Altimetria massima: 1127 mt

ANELLO DI TORRAZZA E POGGI DA PORTO MAURIZIO

Panoramico e storico, quasi totalmente su strade asfaltate secondarie ed interpoderali a basso traffico di veicoli. Si può iniziare il giro anche da borgo Marina, magari dopo una visita all’antico Parasio, ed arrivare alla partenza di borgo foce attraversando la bellissima passeggiata degli innamorati a picco sul mare.

Distanza: 12,11 km

Dislivello in salita: 375 mt

Dislivello in discesa: 375 mt

Altimetria massima: 230 mt

Cari soci,

l’emergenza sanitaria che sta interessando il nostro paese, e non solo, ci impone scelte non semplici e non sempre condivisibili. La portata e le caratteristiche di questo nuovo agente patogeno, COVID-19, mette a dura prova la nostra percezione di libertà e responsabilità verso il prossimo. Per quanto questa influenza abbia un basso tasso di letalità, la capacità di trasmissione del virus tra persone è molto più alta di tante altre specie simili, con il risultato che nonostante l’adozione di misure più o meno restrittive nelle prossime settimane continuerà a crescere in maniera esponenziale il numero dei contagiati. Per 9 persone su 10 sarà come un'influenza. Ma per 1 su 10 sarà potenzialmente grave o molto grave. Parliamo principalmente delle fasce più deboli della nostra società, gli anziani e le persone già colpite da patologie più o meno gravi. Ragionando su grandi numeri la proporzione di persone che possono aver bisogno di essere ricoverate sarebbe superiore ai posti letto a disposizione nelle strutture dedicate. L'importante quindi non è non ammalarsi: l'importante è non ammalarsi tutti nello stesso momento, evitando il sovraccarico del nostro Sistema Sanitario Nazionale (che è uno dei migliori al mondo) e guadagnando tempo prezioso per la sintesi di un vaccino. È in quest’ottica che si misura il nostro senso civico e il grado di civiltà del nostro paese: valutando quanto siamo in grado di prenderci cura dei più deboli.

L’Associazione MY ASD ha come mission principale quella di tutelare e valorizzare il territorio ma implicitamente anche chi vive, opera e lavora nello stesso. A seguito di diversi momenti di confronto con il Consiglio Direttivo della ASD MY ma anche con i referenti provinciali e regionali UISP, a cui l’associazione è affiliata, in adempimento alle finalità statuarie e in forza al DPCM dell’8 marzo 2020, l’associazione sospende tutte le attività in calendario fino a nuove disposizioni. Pur non entrando nel merito delle specifiche disposizioni messe in atto dal Governo, dalle Regioni e dai singoli territori ci sentiamo in dovere di raccomandare a tutti i soci di limitare gli spostamenti e ottemperare alle raccomandazioni espresse dal Ministero della Salute. L’associazione MY ASD perseguendo le sue finalità continuerà a promuovere il territorio attraverso i suoi canali di comunicazione social.

#iononesco