image

 

Una nottata nel Parco delle Alpi Liguri, con sconfinamento in Francia, in mezzo alla neve, ad attendere l’alba. Si cammina per circa 4 ore fino al punto di osservazione, la Cima Marta tra Italia e Francia.
All’alba bivacco e rientro a Realdo
Non è una escursione per tutti, solo per chi vuole e può apprezzare il silenzio e i suoni della notte, il fruscio ovattato degli scarponi e ciaspole sulla neve, l’emozione dell’alba in alta quota, l’indeterminazione delle condizioni meteo; non adatto a ragazzi sotto i 12 anni o sopra i 70
L’escursione è condotta dalla Guida Ambientale Escursionistica Giampiero De Zanet: prenotazioni al 339 1183 146 (Giampiero) entro il 2 gennaio. l’escursione si realizzerà con un numero minimo di 8 partecipanti.
Abbigliamento: dotarsi abbigliamento adatto a sopportare la temperatura notturna ed eventualmente la pioggia/neve. Il Rifugio dispone di un certo numero di ciaspole, disponibili a richiesta fino ad
esaurimento
Contributo spese organizzative: 45 €, di cui 10 € per l’escursione e col resto possiamo organizzare insieme cena, bivacco, accoglienza, pranzo, insomma tutto quanto indicato nel programma che segue.
Riservato ai soci MY e APS Realdo Vive

Il programma:
1.mo stage:
ritrovo a Realdo presso il Rifugio nel pomeriggio di giovedi 6; insieme prepariamo i rifornimenti per la escursione nottura e il bivacco mattutino: frittelle di mele, torte di mele e di ricotta;
accendiamo il forno a legna comunitario per cuocere le vivande per il giorno dopo e averlo già pronto;
alle 20.00 si cena: pasto calorico ma leggero per sopportare bene la nottata
chi non regge l’intera nottata sveglio potrà fare una pennichella prima della partenza , per gli altri si chiacchiera, si beve, si gioca a carte …

2.do stage:
verso le ore 1.00 ci si prepara, abbigliamento e zaini, distribuzione del cibo e materiali per il bivacco; a seconda dello stato della neve si partirà direttamente da Realdo o ci si trasferirà più in alto nel punto di inizio innevazione; quindi si parte verso la cima, attraversando i sentieri che solcano la strada carrabile e toccano le località di Sant’Antonio, Borniga, Al Pin, Abenin, fino alla Bassa di Sanson da cui dopo un breve tratto sulla strada ex militare si prende a destra un sentiero che si inerpica fino a Cima Marta; prima di arrivare alla cima faremo sosta in una zona riparata dove attiveremo un bivacco, in attesa delle prime luci dell’alba: thè, caffè, cioccolata calda, vin brulè, per scaldarsi con le bevande e al tepore del fuoco, poi le frittelle di mele e le torte …
poco prima dell’alba ultimo sforzo per raggiungere la cima da cui si gode un panorama impareggiabile a 360° tra Italia e Francia: se saremo stati fortunati, con meteo a ns favore l’emozione sarà valsa la fatica;
ora è tempo di scendere e ritornare al Rifugio a Realdo

3.zo stage
arrivati al Rifugio ci si potrà rilassare, fare doccia calda, cambiare abito e nel caso riposare un pò in attesa del pranzo previsto per le 13: si tratterà di un pranzo-bivacco basato su quanto avremo infornato nel forno a legna, la sera precedente o all’ultimo minuto
l’evento si chiude nel pomeriggio

Pulisci&Cammina: Durante le escursioni ci impegniamo a pulire il percorso: ogni cambiamento comincia da un piccolo gesto di responsabilità

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per il suo funzionamento, per le opzioni di condivisione sui social. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca su Maggiori Informazioni. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento ne acconsenti l\'uso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi